martedì 29 giugno 2010

Riso al cartoccio con moscioli + I moscioli!


Questa ricetta risale ancora al periodo di freddo glaciale che c'è stato qualche settimana fa, così sfogliando La Cucina Italiana mi sono imbattuta in questo cartoccio molto particolare. Mi sono sempre piaciute le cose cotte al cartoccio, soprattutto per Il Momento. Il Momento è quell'attimo in cui si apre il cartoccio. Bè, chiunque l'abbia provato sa sicuramente di cosa parlo, per gli altri... cosa fate ancora qui davanti, andate a cuocere qualcosa dentro un fagottino di carta da forno o di alluminio! Su su!!


A parte il lato puramente olfattivo (e gustativo ovviamente) la cottura al cartoccio è anche adatta a chi, come me, è perennemente a dieta, perchè i cibi si cuociono benissimo con un minimo di condimento e risultano saporitissimi ugualmente, soprattutto se aggiungete delle erbe aromatiche che nel cartoccio sprigionano tutto il loro incredibile profumo, e credetemi, alla fine faranno la differenza. Di solito si cucina il pesce al cartoccio, o al massimo la pasta al cartoccio, le verdure al cartoccio, ma devo ammettere che il riso al cartoccio non l'avevo mai provato! La ricetta lo prevedeva così, bianco, senza niente, un piatto dallo stile orientaleggiante dato anche dalla presenza del riso basmati, ma che io ho anconetizzato aggiungendo degli stupendi moscioli!

Chissà se sapete cosa sono i moscioli... dai che è facile, sono le cozze! Ma dire moscioli non è esattamente sinonimo di cozze, i moscioli sono solo quelli pescati qua, più precisamente (come trovato scritto nel sito portonovopesca) con il nome "Mosciolo" si intende il mitilo pescato nella zona di Portonovo di Ancona e precisamente nel tratto di mare che va da Pietralacroce ai Sassi Neri di Sirolo. Volevo mettervi una foto di un tratto del mare ma per ora non ce l'ho, i prossimi giorni vado a farci una passeggiatina e poi le posto! Ed eccovi la ricetta, molto semplice e ideale per essere accompagnata da altri piatti di pesce!

INGREDIENTI x 2 piccole porzioni
100 g di riso basmati
prezzemolo tritato
300 ml di brodo
moscioli lessati e sgusciati a piacere
olio
PROCEDIMENTO
Foderare un piccolo stampo con un doppio (anche triplo!) strato di carta da forno bagnata e strizzata, la carta deve bastare per chiudere il tutto in un fagotto quindi ce ne vuole parecchia. Ungere il fondo con un cucchiaio d’olio, aggiungere il riso, il prezzemolo tritato e i moscioli tagliuzzati. Coprire con il brodo cercando di non farlo uscire dalla carta (non come ho fatto io che mi è uscito tutto!) e chiudere a fagotto con lo spago. Infornare a 180° per 20-30 minuti, sfornare e mangiare!

4 commenti:

dolceamara ha detto...

Squisitissimo questo cartoccio !!!

Ambra ha detto...

Che ridere!!!Sono di origini marchigiane e dopo aver letto il titolo del post ho immediatamente intuito la tua collocazione!!!Che bel risottino...anche io sono un amante del cartoccio!!!Bacio

fra ha detto...

x dolceamara: sisi è buonissimo, e il bello è che puoi personalizzarlo con quello che vuoi tu! Grazie per essere passata!

x Ambra: eheh il dialetto anconetano non ha molte parole tipiche, ma di solito ne basta una per riconoscere chi è marchigiano: moscioli!! Grazie del commento, bacibaci!!

Sergi ha detto...

beh il mosciolo per ogni anconetano è ottimo e al cartoccio è veramente buonissimo!!