giovedì 8 luglio 2010

Pranzo zenzeroso + Cocktail zenzeroso

Scusate l'assenza, dovuta a... in pratica a niente, solo mancanza di voglia di aggiornare! Però oggi mi farò perdonare perchè finalmente vi posterò il mio pranzo zenzeroso! A proposito di zenzero, mi viene in mente che nel mio bar di fiducia hanno modificato un cocktail che c'era nel menù della Martini (più precisamente il Martini Zen) aggiungendo tra le altre cose dello zenzero ed è venuta fuori una cosa buonissima! Se vi piacciono i cocktail rinfrescanti e non troppo alcolici questo dovrebbe proprio fare al caso vostro! In pratica in questo cocktail si pesta lo zucchero di canna con le foglie di menta e un pezzettino di zenzero, poi si aggiunge il Martini Bianco, il tè verde (offerto al bar gentilmente da me! e che tè verde, ovviamente io non porto mai prodotti scadenti, il mio è un pregiato tè bancha giapponese!) e si decora con delle altre foglioline di menta. Vi assicuro che è una favola! Tra l'altro oggi mi va di sfoggiare la mia cultura cocktailesca (che in realtà si limita a quello che mi insegnano al Raval - il bar più bello di Ancona > evviva la pubblicità gratuita!) e quindi vi consiglio anche di provare il Martini Gold di Dolce&Gabbana in edizione limitata, è molto buono! In realtà non so se l'argomento cocktail interessa o meno ai pochi lettori del mio blog, se fosse così sarei felice di allietarvi ogni tanto con l'arte del buon bere! Ormai per me sono passati i tempi delle ubriacature folli, ma mi è rimasta la curiosità di provare cose nuove e di sperimentare sapori nuovi anche nel bere (sono una persona curiosa in tutto, non solo in cucina). Quindi se non siete di Ancona e passate da queste parti fate un salto al Raval (in Piazza del Papa) e vi assicuro personalmente che non rimarrete delusi! Lo dico per chi non è di Ancona perchè se siete di qui al 90% ci sarete già passati ^_^
Ma passiamo a noi e alle mie ricette! Sono state realizzate tutte grazie a questa bellissima confezione di zenzero in polvere che vedete a sinistra, ovviamente integrata, nel caso della ricetta del pollo, con dello zenzero fresco. Il menù è iniziato con un bel risotto preso e riarrangiato liberamente da questo blog >> Meringhe alla panna 
Ed ecco la mia versione.
RISOTTO AL LIMONE, TIMO E ZENZERO

INGREDIENTI x 2
160 g di riso carnaroli
½ cipolla piccola
20 g di burro
scorza di un limone
vino bianco secco
500 ml di brodo vegetale
timo
zenzero in polvere
PROCEDIMENTO
Pulire la cipolla e tritarla, rosolarla con il burro a fuoco dolce. Aggiungere il riso, farlo tostare per qualche minuto, aggiungere il vino e farlo evaporare. Aggiungere un mestolo di brodo caldo e mescolare. Quando si sarà assorbito aggiungere un altro mestolo di brodo e continuare così fino alla completa cottura del riso. Poco prima del termine della cottura aggiungere la scorza di limone grattugiata, lo zenzero e il timo. Impiattare a mangiare!!


Dopo di questo ottimo, ottimo primo siamo passati al secondo che consisteva in dei bocconcini di pollo fritti allo zenzero, veramente buonissimi e semplicissimi da fare, presi e riarrangiati (poco) dal sito de La Cucina Italiana.


POLLO FRITTO ALLO ZENZERO

INGREDIENTI
400 g di petto di pollo tagliato spesso (oppure di polpa di pollo)
una radice di zenzero (ne bastano 4-5 cm)
succo di un’arancia
farina di mais
olio di arachidi per friggere
zenzero in polvere
sale
PROCEDIMENTO
Tagliare il pollo a pezzetti grandi più o meno come una noce. Grattugiare la radice di zenzero. Mettere i pezzetti di pollo in una ciotola, aggiungere il succo dell’arancia, lo zenzero grattugiato e 1 o 2 cucchiaini di zenzero in polvere, mescolare bene e lasciar marinare per circa mezz’ora. In un piatto mescolare la farina di mais con un paio di cucchiaini di zenzero in polvere. Ripulire leggermente il pollo dalla marinata (ma non troppo, altrimenti andrà via tutto il sapore di zenzero!) e passarli nella farina di mais facendo in modo che se ne rivestano perfettamente. Scaldare l’olio in una pentola e cuocere i pezzetti di pollo fino a che non saranno croccanti e dorati. Sgocciolarli, metterli sulla carta assorbente e mangiarli!!

Per finire ecco a voi altre due ricette per completare in dolcezza il pranzo, i biscotti allo zenzero e il sorbetto all'arancia. Purtroppo non ho molte foto dei biscotti allo zenzero, anzi l'unica che ho non rende giustizia a questi magnifici biscotti perchè gli altri li avevo fatti tondi e erano perfetti, invece questi della foto a forma di omino (ritagliati tra l'altro a mano dalla sottoscritta per mancanza della formina) si sono un pochino sbruciacchiati ai lati. Gli altri purtroppo sono finiti nel giro di 5 minuti nelle fauci di: ragazzo affamato, amica affamata, ragazzo dell'amica affamato. Ovviamente dopo che si erano sbafati anche gli avanzi del polletto allo zenzero... ahhh che soddisfazione!
Ah si, sia il sorbetto che i biscotti sono ripresi da ritagli di vecchi giornali (vecchi davvero, risalgono a quando avevo circa 15 anni e ancora pensavo che cucinare volesse dire buttare la pasta nell'acqua bollente e aggiungere un barattolo di pomodoro... i giornali risalgono alla nonna di un amico!), il sorbetto della ricetta originale era al limone, io ho semplicemente cambiato la parola LIMONE sostituendola con ARANCIA!

 
SORBETTO ALL’ARANCIA

INGREDIENTI
scorza di un’arancia
200 ml di succo d’arancia (io ho usato 5 arance biologiche non molto grandi)
500 ml d’acqua
250 g di zucchero
1 albume
PROCEDIMENTO
Per prima cosa scegliere il contenitore in cui metterete il vostro sorbetto (io ho usato quelli di alluminio usa e getta) e mettetelo a raffreddare nel congelatore. Lavare bene l’arancia, asciugarla e grattugiare la scorza in una casseruola. Aggiungere l’acqua fredda e lo zucchero. Mescolare e portare a ebollizione su fuoco basso. Lasciar sobbollire lo sciroppo per qualche minuto, o almeno fino a che lo zucchero non si sia sciolto del tutto. Togliere dal fuoco e far raffreddare completamente. Aggiungere allo sciroppo ormai freddo il succo d’arancia filtrato e mescolare. Filtrare il composto e versarlo nel contenitore che avevate messo a raffreddare e rimettete tutto in congelatore. Da questo momento dovrete controllare ogni circa 30 minuti a che punto è il vostro sorbetto. Quando inizia a solidificarsi ai lati (più o meno dopo 30 minuti se quando avete messo lo sciroppo in congelatore era freddo, se come me lo avete messo mentre era ancora tiepidino dovrete aspettare un’oretta) mescolarlo per non far formare i cristalli di ghiaccio. Dopo altri 30 minuti tirarlo fuori dal congelatore e incorporare l’albume leggermente montato, mescolando bene fino a che non sarà bene amalgamato. Rimettere in congelatore e ogni 30 minuti controllare e mescolare per impedire la formazione dei cristalli di ghiaccio. Quando si sarà solidificato (non diventa ghiaccio, rimane sempre un po’ morbidino, io l’ho lasciato 2 giorni…) sarà pronto. Prima di servirlo prenderlo a cucchiaiate e versarlo nel frullatore, azionare per alcuni secondi, fino ad ottenere la consistenza che preferite. Versarlo nelle coppette e mangiare!!


BISCOTTI ALLO ZENZERO

INGREDIENTI
320 g di farina
1 cucchiaino di lievito
125 g di burro
100 g di zucchero
20 ml di latte
1 (o 2) cucchiaini di zenzero
1 uovo sbattuto
sale fino
PROCEDIMENTO
Far ammorbidire il burro e lavorarlo in una ciotola insieme allo zucchero con una frusta, fino a renderlo liscio e gonfio. Aggiungere il latte e l’uovo sbattuto continuando a gonfiare il composto con la frusta. Incorporare 300 g di farina setacciata insieme al lievito. Aggiungere lo zenzero e una presa di sale. Formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola e riporlo in frigo per almeno 30 minuti. Accendere il forno a 180°. Riprendere l’impasto e impastarlo nuovamente. Stenderlo con un mattarello con uno spessore di circa 5 mm. Ritagliare i biscotti con le formine. Coprire una teglia con la carta da forno, trasferire i biscotti e infornare per 10 minuti. Sfornare, far raffreddare, decorare a piacere con della glassa e confettini e mangiare!

Mi ero dimenticata di una cosa, volevo ringraziare tutti per i commenti all'altro post!! Grazie grazie, mi fa sempre mooolto piacere riceverne!!

5 commenti:

jessy!! ha detto...

te giuro anche quando scrivi le ricette si denota la tua indole, diciamo, un tantino prolissa.....
ahahahahah!! che figata, si vede che scrivi proprio come parli (o mangi se vogliamo....!!) cmq io sn l'amica affamata e i mio ragazzo supera davvero limiti prima impossibili per l'uomo......
il sorbetto si è salvato solo perchè siamo andati via ad un certo punto!!
la bevuta "zenzerosa" era davvero molto buona, adesso corro a preparare il pranzo al mio ragazzo affamato che arriva alle 13.30 ma tra il primo, 2 secondi e il dolce bisogna prepararsi prima insomma!!!
p.s. non sò se si è capito ma io leggo il sito solo per rimembrarmi cose buone che ho mangiato, non di sicuro per cucinare!!! hihihihihi....
w la mia cuoca preferita!!!
domenica a pranzo è prenotata la mia partecipazione.....

Sergi ha detto...

oserei dire che scorpacciata, tra il primo, i bocconcini di pollo, i biscottini ed il sorbetto.
era tutto squisito e zenzeroso!!!
ottimo e delizioso, brava amorino mio
ti amo tanto tanto!!
smack smack

fra ha detto...

x Jessi: Ahahah la mia indole... prolissa!! Nooo io parlo sempre così poco, solo quando è strettamente necessario!! Non sono per niente prolissa e/o logorroica!! Anche te comunque si vede che sei una persona silenziosa, 11 righe di commento per delle ricette che ti sei già pappata!
Ah si, domenica a pranzo >> grigliata!

x Sergi: grazie amorino, per fortuna che mangi sempre le mie cosine sennò diventavo una balenottera (cosa che più o meno sono già!). Smack smack!!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

wow zenzero a gogo!!!!!!!!!c'è l'imbrazzo della scelta!!!tutto ottimo e zenzeroso!!!lo adoro!!baci imma

yari ha detto...

Allietaci pure con i cocktail ;-)