giovedì 19 agosto 2010

Tornata dalle montagne di Heidi

E' una vita che non aggiorno! Ma ho avuto delle cose da fare quindi non ho proprio avuto tempo! Oltre a questo sono anche stata una settimana in vacanza in montagna, in un paesello ai confini con l'austria dove tutti si sentono austriaci e per farti capire in italiano qualche volta devi pure faticare! Ma a parte queste stranezze della nostra Italia che proprio fatico a capire ho mangiato benissimo! Ahh, i canederli, io li ADORO!! Per non parlare dei dolci, della sacher, dei dolci con il grano saraceno, dei dolci con i lamponi o con la frutta sopra... ok, volevo farvi venire la voglia e sono andata a cercare se la pasticceria che fa i dolci più buoni che abbia mai assaggiato aveva un sito internet ma fortunatamente per voi non ce l'ha, così non potete vedere e quindi non potete soffrire del fatto di non aver assistito anche voi con i vostri occhi (e il vostro palato) a tutto quel ben di dio. Si perchè non è una pasticceria come se ne vedono normalmente. O almeno non da me, qui ci sono pasticcerie normali con le solite paste e i soliti dolci. Quando entrate in questo posto (a proposito, è la konditorei Kofler a Moso, in Val Pusteria) girate a sinistra e vi ritrovate 3 ripiani di 2 metri di lunghezza l'uno pieni di 15-20 torte diverse. E lì rimanete per una ventina di minuti buoni con la bocca aperta completa di bavetta che scende e con gli occhi sgranati a pensare... a niente! Non riuscite a pensare a niente. Dopo 20 minuti iniziate a ricollegare il cervello e vi prende il panico: quale assaggio? E' una decisione importante, importantissima, perchè per 4-5 euro sceglierete una fetta di torta talmente gigante che: 1. farete fatica a finire, 2. vi toglierà la voglia di dolce per tutta la giornata, 3. vi terrà compagnia per molto tempo dato che finirà (a seconda della vostra costituzione) nella pancia, nelle gambe, nei fianchi, ecc. ecc. Ok, alla fine vi sedete, chiedete la vostra fettona di torta e ovviamente ordinate anche del buonissimo skywasser, che con il suo aspro del limone vi aiuterà nelle fasi finali iperglicemiche degli ultimi bocconi di dolce. Io ci sono andata 3 volte in 7 giorni e non sono MAI riuscita a finire la mia fetta di dolce. E uscendo ogni volta mi sono ripromessa mentalmente di non tornarci più, basta si, non ho più voglia di dolce, questo è l'ultimo dolce che mangerò in vita mia, lo stomaco mi esplode... tutte cavolate, il tempo di 'smaltire' e due giorni dopo ricominciavo. La prossima volta che aggiorno vi metto la foto del dolce che mi sono presa tutte e 3 le volte, era talmente buono che non ho avuto la forza di cambiarlo!
Finita la parentesi dolce che altro dire... ho assaggiato i wuster austriaci compresa una cosa chiamata fleischkase, in pratica un wuster gigante e di forma parellelepipedale, una delizia! Ma la cosa che più mi piace fare quando vado in posti con cose così diverse da quelle che mi trovo a casa è andare nei supermercati a comprare prodotti del posto. Non solo prodotti freschi che poi non saprei come cucinare, io compro un sacco di cose pronte! Lo so, da brava foodblogger dovrei farmi orrore da sola, ma trovo che, a parte spendere un sacco di soldi per andare al ristorante ogni giorno, non ci sia metodo migliore per vedere cosa mangiano questi austriaci/abitanti di Sesto/San Candido/Moso. Avrò speso 200-300 euro nei vari supermercati e adesso mi ritrovo con 3-4 buste di cose pronte per essere studiate (e mangiate!). E quindi, fino a esaurimento scorte, inauguro ufficilamente una parte del mio blog che consisterà nel provare queste cose che ho comprato in vacanza e, in qualche caso, anche nel provare a rifarle usando ingredienti freschi! Vediamo un pò cosa ne esce! Sapete che vi dico, oggi niente ricetta, vi faccio una piccola carrellata di cose pappate in vacanza! Ah si, mi sono anche comprata un libro di ricette! In tedesco! E io non so una parola di tedesco....
Questa è stata la cena della mia prima sera, polenta con sopra del formaggio alla piastra con dei finferli.
E questa è la cena del mio ragazzo, pappardelle con ragù di cervo e finferli.

Questa è la veduta dal balcone di Sesto.
Sachertorte della pasticceria di cui vi parlavo, sormontata da una montagna di panna montata!

E questo è il dolce che ho preso tutte e tre le volte; il dolce alla ricotta. Questo è stato quello del primo giorno perchè gli altri due aveva anche uno strato sul fondo di circa un centimetro un pò più nero, c'erano i semi di papavero, una bontà!! Questo dolce è a dir poco magnifico!!
E questa è la nostra merendina completa di skiwasser!
E per oggi questa è l'ultima, un pò di dolci presi nella panetteria di Sesto.
Per oggi è tutto, nei prossimi giorni posterò le altre foto della vacanza e aggiornerò con una nuova ricetta!

1 commento:

dolceamara ha detto...

Mamma mia, la torta di ricotta mi fa una gola... sembra così morbida; però assaggierei volentieri pure gli altri :D. Ciao Lisa