giovedì 12 aprile 2012

Pollice semi-verde e recipes 53 e 54: Short crust sweet pastry e Almond tart

Mi restano ancora pochi, pochissimi giorni di vacanza, dopodiché sarò costretta a tornare alla vita studiosa di prima... la cosa non mi alletta particolarmente dato che stare a casa con il mio gatto Neko a non fare praticamente niente è una cosa che mi piace molto. Me ne dovrò fare una ragione, lo so.

Nel frattempo vi annuncio con orgoglio che ho scoperto di avere un pollice semi-verde! Lo so, adesso me la sto tirando e di sicuro entro stasera tutte le mie piantine saranno morte stecchite, però devo dirlo a qualcuno (o meglio, a qualcuno a cui non l'abbia già detto, il che esclude tutte le persone con cui ho parlato nelle ultime 2-3 settimane). In pratica sto trasformando il balcone in una foresta. Ho un limone che però ha finito i limoni perché ce li siamo mangiati; un nocciolo che sta fiorendo; un lampone che ancora è piccolo, speriamo che faccia presto dei lamponcini; un ulivo piccolino bonsai, lui penso che darà delle olive ai miei nipoti quando saranno grandi... Passando a pianticelle più piccoline ho l'alloro, il timo-limone (il preferito di Neko) e un bonsai non indentificato che però germoglia che è una meraviglia! Abbiamo dovuto potarlo perché i rametti stavano prendendo delle direzioni assurde, crescevano paralleli al pavimento per metri e metri, non so nemmeno come riuscivano a reggersi! Poi ho messo a germogliare altre piantine, quelle che sono spuntate sono: il crescione, la rucola, gli spinaci, la salvia, il basilico, la zucchina, l'origano, il rabarbaro, l'erba cipollina e il broccolo che tra l'altro ha dei semi splendidi, li avete mai visti? Magari la prossima volta vi posto la foto. Anzi no, ve la metto subito!
Invece ancora non mi è spuntata la zucca, il pomodoro, la melissa, la menta, il peperone di cajenna e il pomodoro. E se non basta ho anche 4 piantine di fragoline rampicanti!
Non che tutte queste piante godano di ottimissima salute, però non sono morte! E per me che di solito non riesco a tenere vivo nemmeno una pianta grassa è un grande traguardo!

Insomma, voi penserete che tutto questo c'entra con la ricetta di oggi, magari state già pensando a una bella torta salata farcita con delle erbette, invece no! Come sempre i miei sproloqui sono del tutto dissociati alla ricetta. Oddio, se pensate che ho un nocciolo, quindi nocciole, quindi mandorle (sempre frutta secca è), possiamo arrivare alla crostata di mandorle! Ed ecco quindi che vi ho anche creato un collegamento!
Di questo dolce vi metto la ricetta, per prima cosa perché è veramente buona, poi perché è un dolce molto dietetico, magro, che potete mangiare quando volete, che non è pesante per niente... ahahah, no dai non è vero, è un dolce fatto di burro, zucchero, mandorle e uova, in pratica l'ingrediente più dietetico che c'è è la farina! Però è buono davvero quindi eccovi la ricetta!

Ingredienti per la base (per uno stampo da circa 28 cm):
125 g burro
100 g zucchero
un pizzico di sale
250 g farina
2 tuorli
2 cucchiai di latte

Ingredienti per il ripieno:
400 g mandorle pelate
350 g burro
300 g zucchero
3 uova

Per fare la pasta frolla sbattete insieme lo zucchero e il burro finché non diventano una crema. Aggiungete la farina e mescolate fino a che non si formano tutti grumetti... cioè, a un certo punto sembreranno delle molliche di pane aggrumate (detto così è orribile)! Aggiungete i 2 tuorli e il latte e lavorate fino a formare una palla. Questa è la ricetta originale di Jamie, io devo ammettere che invece di usare il latte metto una o due uova intere (dipende un pò da come sentite l'impasto) perché altrimenti mi toccherebbe:
1. comprare il latte per usarne 2 cucchiai e questo, a meno che non sia martedi (dove ho la mia colazione-latte) si traduce in uno spreco;
2. buttare via gli albumi. Lo so che potrei farcile meringhe e altre mille cose, ma dopo aver fatto un dolce del genere non è che io abbia sempre voglia di mettermi a fare altro, quindi... sarebbe un altro spreco.
Tornando alla pasta frolla, io a questo punto la stendo nello stampo poi la metto in frigo per una mezzora. Per questo dolce c'è anche bisogno di una mezza cottura in bianco (quella con i fagioli sopra), quindi in forno a 180°C per 12 minuti.
A questo punto potete fare il ripieno.
Tritate le mandorle fino a che non diventano come farina, poi metterle in una ciotola. Sbattete burro e zucchero finché non diventano una crema e aggiungete le mandorle tritate. Aggiungere le uova leggermente sbattute e mescolare bene. Mettere in frigo a raffreddare finché il tutto non si solidifichi un pochino, poi mettete il ripieno dentro alla pasta frolla. A questo punto Jamie dice che potete anche aggiungere della frutta fresca (tipo ciliegie, pesche, ecc, ma questo avrebbe dato una nota di "dietetico", quindi ho preferito tenermi la mia grassa crostata cicciosa). Mettete tutto in forno a 180°C per circa un'ora, quando la tirate fuori lasciatela raffreddare. Jami qui dice di servirla con il gelato o la crème fraiche... va bene che volevo una cosa grassa, ma vi assicuro che con il gelato è troppo!

Per oggi è tutto, non dimenticate di andare su YouTube a dare una sbirciata al mio canale Polpette Rosa, l'uscita del prossimo video è prevista per lunedi ma intanto gustatevi la preparazione dei pancakes se non l'avete già fatto! E non dimenticate di iscrivervi al canale! じゃまた ^_^

3 commenti:

Gata da Plar - Mony ha detto...

ma perchè i dolci più buoni sono sempre anti-dieta? :DDD
Va bene dai... te ne rubo una fetta e mi allontano fischiettando... ^^

Per quanto riguarda le piantine BRAVISSIMA!!!
Continua così, non arrenderti mai, vedrai il raccolto arriverà presto e sarà ricchissimo ^^

Fra Onigirina ha detto...

Grazie, speriamo che non mi muoiano tutte! Infatti adesso che ci penso è arrivata l'ora della pappa per le piantine, corro a dargli l'acqua!!

andreusanchez ha detto...

Ciao,

Vogliamo presentarLe il sito Ricercadiricette.it, dove gli utenti possono cercare tra oltre 78000 ricette che appartengono a siti web e blog in italiano specializzati in ricette di cucina. Inoltre abbiamo creato il Top blogs di ricette, dove può trovare tutti i blog che ci sono già aggiunti, e dove Lei può anche aggiungere il Suo. Noi indicizziamo le sue ricette e gli utenti le potranno trovare usando il nostro motore di ricerca. E non deve preoccuparsi di nient’altro poiché tutto in Ricercadiricette.it è gratuito!

Ricercadiricette.it ha diversi siti fratelli in Svezia, Spagna, Francia, Germania, Stati Uniti e in tanti altri paesi. Vuole diventare un membro di questa grande famiglia?

Siamo a Sua disposizione!
Andreu
info@ricercadiricette.it